Come realizzarlo

Come realizzarlo: sinergie tra investitori istituzionali, imprenditori e privati

  • Acquisto e ristrutturazione di immobili a Torino con costi stimati per singolo alloggio compresi in una forbice tra i € 65.000 e € 100.000 a seconda della posizione e tipologia e così indicativamente ripartiti:
  • Ricerca immobile – aste giudiziarie, privati, società e imprese, ag. Imm.ri –
  • Trattative tecniche e commerciali con la proprietà o legali preposti
  • Progetto e tutte le pratiche edilizie, accatastamento ecc..
  • Ottenimento ed allacciamento di tutte le utenze – gas, luce, internet ecc..- con contrattazione commerciale del migliore rapporto qualità prezzo del servizio
  • Ristrutturazione dell’alloggio, opere murarie, impianti ecc..
  • Ottenimento adeguamento classe energetica
  • Arredamento con mobili e elettrodomestici di qualità
  • Tutte le pratiche per ottenere vantaggi fiscali dell’acquisto e ristrutturazione
  • Atto notarile in VdA

Tra l’acquisto, la ristrutturazione e la consegna dell’alloggio chiavi in mano all’acquirente utilizzatore/investitore, a seconda della tipologia e ristrutturazione, i tempi variano da un minimo di 2 mesi ad un massimo di 6 mesi.

A questo punto, l’alloggio nuovo ristrutturato o riadattato, fornisce nel tempo un rendimento competitivo (indicativamente 6-8% o superiore in funzione delle opportunità di acquisto) composto dalla rivalutazione del valore immobiliare nel tempo e da un reddito periodico dall’affitto dell’alloggio opportunamente valorizzato.

Grazie alla trasformazione proposta, l’immobile possa acquisire valore e mantenerlo nel tempo come effetto della ristrutturazione e/o delle opportunità di riutilizzo/riconversione (commerciabilità) che si offriranno.

Questa fase congiunturale è da considerarsi assolutamente favorevole per questo tipo di operazioni immobiliari e la città di Torino, anche in virtù delle trasformazioni sociologiche e urbane in atto, può offrire diverse opportunità per investimenti immobiliari che assicurino nel tempo una tenuta dei valori commerciali e un’apprezzabile rivalutazione, su tassi superiori alle medie storiche di mercato.

Nessun commento ancora

Leave a reply